I cosiddetti "Toy"

La taglia del maltese descritta nello standard dell'ente nazionale della cinofilia italiana (ENCI) è UNICA e prevede un peso compreso tra i 3 e i 4 chili.

Al di sotto o al di sopra di questi pesi il pelosetto è "fuori taglia". 

Negli ultimi anni c'è una grandissima richiesta di sotto-taglia ovvero i cosiddetti TOY chiamati anche con altri moltissimi nomi di fantasia  "toy, tea cup, micro tea cup, pocket, tiny toy, nano" e chi più ne ha più ne metta.

 

E' importante sapere che questi cuccioli sono semplicemente dei "sotto-taglia" ovvero non rispettano lo "standard della razza" e per questo non sono mai cani da show.

Molto spesso mi sento chiedere se "esistono" e se sono "sani".

Nel maltese ripeto c'è un unica taglia, e chi desidera partecipare a qualche esposizione dovrà scegliere un cucciolo che quanto più possibile rispetti lo standard di razza,  ma maltesi sani di circa 2,00 chili esistono e potrete verificarlo voi stessi qui da noi.

Sono semplicemente cuccioli nati da genitori in standard, ma che (come succede anche a noi umani) a volte rimangono più piccoli di altri. 

Questi cuccioli, possono avere una vita lunga e felice come i fratellini "in taglia", ma quando si sceglie un Toy è importante essere consapevoli che per la loro costituzione piccolina sono più delicati, necessitano di più cure e attenzioni e che i bambini piccoli giocando,  potrebbero involontariamente fargli male. 

I nostri "toy" o più correttamente sottotaglia, sono quindi cuccioli sani perchè nati da genitori sani e testati per le malattie ereditarie.

Mi permetto di dare un consiglio a chi cerca un "toy":

Essendoci una grandissima richiesta,  alcuni "commercianti" senza scrupoli hanno iniziato a vendere cuccioli che si, sono piccoli, ma perchè affetti da varie patologie o a volte anche denutriti e tenuti separati dalle mamme per rallentarne la crescita.

Un maltese anche se piccolo deve essere sano e con le corrette proporzioni, altrimenti ben presto vi ritroverete un cane che del maltese ha solo il colore, con seri problemi di salute e comportamentali da curare per il resto della sua vita.

E' importante che la sua cessione sia accompagnata da un certificato di buona salute timbrato da un veterinario. Nel certificato deve essere riportato il numero di microchip e la data della visita. Sembrano cose ovvie, ma purtroppo ne ho viste e sentite di ogni genere, quindi il consiglio spassionato è: fate sempre molta attenzione, chiedete più garanzie possibili, rivolgetevi a professionisti del settore o a persone che vi mostrino tutta la documentazione riguardante la cucciolata, fatevi mostrare entrambi i genitori, pretendete di leggere i microchip dei genitori e controllate che siano gli stessi riportati nei documenti.